Agli inizi del VI secolo a.C Manna fu conquistata dai Medi e la religione ufficiale divenne zoroastrismo, la cui diffusione era collegata a  un sacco di petrolio e gas - fonti naturali di fuoco. Un ruolo enorme nella storia antica di Azerbaigian hanno giocato  i stati Atropatena e Albania caucasica. Atropatena è un  nome associato al nome del suo sovrano - Atropat, fu poi trasformato in Azerbaigian. In Atropatena cominciò a formarsi  la nazione azera. I secoli III-V in Azerbaigian si diffondeva il cristianesimo. Con l'avvento delle chiese cristiane in Transcaucasia, vita secolare e spirituale ha ricevuto un nuovo impulso per lo sviluppo. All'inizio del  V secolo è stato fatto l’alfabeto albanese, che ha dato impulso allo sviluppo dell'istruzione. Molti dei monumenti unici della cultura, della letteratura e l'architettura di quel periodo si sono conservati fino ad oggi.

Al l'inizio del  VIII secolo Azerbaigian è stato conquistato dagli arabi e faceva parte del califfato arabo sotto il nome Vilayat Arran. Durante questo periodo, l'Islam divenne la religione principale in Azerbaigian,c’è stata la creazione di nuove tradizioni e cultura. Azeri come le altre nazioni hanno adottato l'Islam ed erano nominati  stato  musulmano e parteciparono allo sviluppo della cultura islamica. Durante questo periodo, l'Azerbaigian ha ingrandito il patrimonio culturale del mondo, dando al mondo molti brillanti scienziati, poeti e architetti. Nel Medioevo, in periodi diversi, nel territorio dell'Azerbaigian si sono creati Stato Karagoyunlu, Akgoyunly e lo stato safavide. Rotta commerciale, conosciuta come la "Via della Seta" tra Europa e Asia ha coinvolto l’Azerbaigian, che si trovava li inmezzo, nella sfera dei  interessi di altri paesi. Tuttavia, nel XVIII secolo sul territorio dell'Azerbaigian c’erano degli  stati indipendenti - khanati. Tuttavia, le differenze tra la Russia, la Turchia e l'Iran, che  si sono approfonditi nei secoli XVIII-XIX  hanno trasformato l'Azerbaigian in un'arena di guerra. Secondo il  trattato  di Turkmenia del 1828 Russia e Iran hanno diviso Azerbaigian tra di loro: nord Azerbaigian è andato alla Russia, sud all'Iran.

Foto: sulle orme della Grande Via della Seta

 

Il ventesimo secolo è entrata nella storia di Azerbaigian come un periodo di cambiamenti radicali nella vita sociale, economica, politica e culturale. In Azerbaigian si sviluppavano velocemente certo numero di industrie. Baku si è  trasformato in un centro mondiale di produzione di petrolio e rende più della metà  della produzzione mondiale e il 95% della produzione di petrolio russo. Cambia la  vita culturale e spirituale - si sviluppa la scienza, giornali e riviste vengono stampate in grandi edizioni,  si formano partiti politici, organizzazioni pubbliche, si sviluppano le idee democratiche  indirizzate a  promuovere la crescita della coscienza nazionale e gli atteggiamenti liberali. Nel febbraio del 1917, dopo la caduta della Russia zarista, si sono create le condizioni per lo sviluppo delle riforme nazionali. 28 mag 1918 è stata  formata la Repubblica Democratica dell'Azerbaigian, dopo l’esistenza di 23 mesi ha concluso la sua esistenza nel mese di aprile 1920 - con l'arrivo a Baku  della  XI  Armata Rossa della Russia sovietica. Azerbaigian è diventato una parte dell'URSS - la repubblica socialista con gli attributi dello stato: Costituzione, bandiera, inno, stemma.

Nel 1991, dopo il crollo dell'Unione Sovietica, l'Azerbaigian  ha restaurato di nuovo la sua indipendenza. La Costituzione dell'Azerbaigian indipendente è stata adottata 12 Novembre del 1995. Questo evento ha dato  l’inizio ad una nuova era di sviluppo del popolo azerbaigiano e dello stato - epoca di democrazia e del progresso.

Oggi, Azerbaigian – è uno stato democratico, con tempi alti di crescita economica, che svolge un ruolo di stabilizzazione nella sua regione.

Foto: Centro Heydar Aliyev