Era sera vicino all'acqua.

Anni, secoli, e tu tacevi,

Rivela le parole fuori dal buio,

Torre della Vergine!

E 'il momento, sussurra, dici-

Pianeta ascolta in silenzio.

Rasul Rza

     

Queste righe del  poeta azero  sono dedicate al simbolo dell'Azerbaigian - il monumento di architettura, edificio maestoso, avvolto nella leggenda - la Torre della Vergine ("Giz Galassi"). Il suo nome è "Vergine" significa inespugnabile, ribelle , vale a dire che la torre non è mai stata catturata dal nemico.

Data di costruzione di  questa struttura  architettonicha non è nota: lastra con l'iscrizione posta sulla sommità di fuori della torre risale al XII secolo, ma la torre fu costruita in due fasi e la prima fase presumibilmente era  nel periodo dal I al X secolo.

Intorno  al'origine della torre circolano  tante legende. Secondo la leggenda più popolare lo Scià si innamorò di sua figlia e voleva sposarla. Volendo guadagnare tempo per fermare il padre, la ragazza gli chiese di costruire una torre. Quando fu costruita la torre, e il padre non ha cambiato la sua decisione, la ragazza salì sulla torre e si gettò in mare da lì.

Un'altra leggenda racconta che quando gli invasori giunsero alla città, un fuoco che brucia in cima alla torre, si trasformo in una fanciulla. E in nella città c'era una bella ragazza, armata di spada. Si è intrufolata nel campo del nemico, e ha sedotto e ucciso il loro capo. Esercito si ritirò. Ma quando è tornata in città, ha detto che si è inamorata del  capo nemico e si è  tolta la vita con la stessa spada. Nello stesso momento il fuoco si spense e l’immagine della Vergine della torre  è sparita.

Pure dello scopo della torre non c’è un  informazione attendibie. Nel XII secolo la Torre  è stata la roccaforte principale della fortezza di Baku, una delle  più potenti fortezze del Shirvanshahs e faceva parte del sistema difensivo di Baku. Ma più tardi una ricerca ha smentito  tutte le speculazioni sul suo scopo difensivo. La forma, struttura interna e la posizione  della torre - non sono adatti allo scopo difensivo.

Nel periodo che va dal XVIII al XIX secolo la Torre della Vergine è stata utilizzata come un faro. Più tardi, con la crescita della città, le luci del faro hanno cominciato a fondersi con le luci notturne della città, e il faro è stato spostato sul’isola di Nargin.

 

Nel 1964 la Torre della Vergine divenne un museo, e nel 2000 è entrata nella lista del Patrimonio Mondiale dell'UNESCO.

 Foto: Fortezza "Torre della Vergine"