Reserva di Gobustan si trova sul territorio delle montagne Beyukdash, Kichikdash e Djingirdag grande Gobustan, nella parte orientale dell'Azerbaijan a 60 km dalla città di Baku. Le cime di queste montagne sono coperte di denso strato di calcare di  Apsheron spessore di 10-15 m. L'età geologica dello strato formato da resti di animali-conchiglie marine, è misurata in milioni di anni. Per un lungo periodo di era geologica i bordi di questi strati hanno subito l'impatto delle piogge sillabiche naturali, frane, venti, calore, terremoti, a poco a poco si rompevano e cadevano giu. Di conseguenza, i piedi delle montagne sono ricoperti di grosse pietre rocciose.

 Riserva di Gobustan è ampiamente conosciuta nel mondo per le sue incisioni rupestri, i monumenti della cultura primitiva. Questi monumenti sono: disegni antichi, tazze primitive per la cottura di cibi liquidi e la raccolta dell'acqua piovana, doppi fori per legare gli animali , segni, tamgas, antiche iscrizioni, etc. Rilevati e registrati su più di mille pietre e sassi, questi monumenti sono stati creati da uomo antico, e sono un riflesso della loro attività agricola e intellettuale.

 Vulcani di fango - il patrimonio nazionale dell'Azerbaigian. Sul territorio dello Stato c’è quasi la metà di tutti i vulcani di fango esistenti sul nostro pianeta. Il popolo li chiama "Yanardag" (Montagna Bruciante), "pilpilya" (terrazza), "gaynacha" (acqua bollente), "Bozdag" (monte grigio).

 Dal XIX secolo ad oggi sul territorio della Repubblica di Azerbaigian ci sono stati circa 200 eruzioni. Eruzione di questi vulcani è accompagnata da una forte esplosione e boato sotterraneo.Dagli  strati profondi della terra vengono i gas e si infiammano. L'altezza della fiamma sul vulcano a volte arriva fino a 1000 metri.

I geologi della NASA hanno  studiato le colline su Marte, è sono giunti alla conclusione che i vulcani di fango in Azerbaijan sono simili alle colline del Pianeta Rosso. Si tratta di un fenomeno naturale che è entrato nella lista delle "Sette Meraviglie della Natura" del concorso internazionale svizzero di un’ organizazione non commerciale.

Attualmente, vulcani di fango in Azerbaigian, dato lo stato di monumenti naturali,  sono sotto la protezione dello Stato. Fango, argilla e acque vulcanici sono ampiamente utilizzati in farmacologia e possono curare molte malattie.

 Foto: Vulcano del fango